Maternità in Cina, che confusione!

Qualche mese fa una mia amica si è presentata a cena con il pancione, non era ancora molto evidente, ma al momento della scoperta la sottoscritta si è lasciata andare alle lacrime di gioia.

Non sono una di quelle donne che sente il desiderio di maternità, però l’immagine di una vita che viene creata e che cresce all’interno del grembo (della mia amica in questo caso) mi riempie il cuore di speranza.

Introduzione sdolcinata a parte, si passa al lato della Cina che mi fa molto sorridere, perchè ancora una volta si dimostra un paese straodinario, e non sempre in positivo.

Quando ho chiesto alla mia amica circa il sesso del bambino lei mi ha detto che in ospedale non glielo potevano dire.

Negli ospedali cinesi pubblici i dottori non sono autorizzati a rivelare il sesso del futuro nascituro. Perchè? Il motivo deriva dal passato, quando il sesso maschile aveva maggior “valore”: portava avanti il cognome della famiglia e portava forza lavoro nei campi. (Uso l’imperfetto, ma ahimè la preferenza di genere rimane un argomento molto attuale ancora oggi).

Quindi immaginate una donna che andava in ospedale per il regolare controllo e scopre che il sesso è femmina. Con ogni probabilità i suoceri le avrebbero chiesto di abortire, di riprovarci finchè non nasceva un nipote maschio.

Per evitare l’aumento di aborti, di abbandoni e per equilibrare il numero di uomini e di donne in Cina, il governo ha imposto che negli ospedali pubblici cinesi sia vietato comunicare il sesso del bambino.

E qui arriva la parte interessante. Per coloro che sono molto curiosi, infatti, con un pò d’insistenza possono ricevere l’informazione in maniera indiretta.

Pare che invece di dire maschio o femmina, si usino i nomi di due banche, con il loro relativo significato simbolico.

China Merchants Bank (Zhaoshang) e China Construction Bank (Jianshe bank).

La prima, banca dei mercanti, indica la femmina perchè in passato le donne attraevano gli affari (ci sono diverse interpretazioni).

La seconda, banca delle costruzioni, indica il maschio, perchè l’uomo deve costruire la famiglia.

“Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s